Image
Image

Carabiniere

L'Arma dei Carabinieri (dapprima Corpo dei Carabinieri Reali e poi Arma dei Carabinieri Reali) è una delle forze di polizia italiane, con competenza generale e in servizio permanente di pubblica sicurezza.

IL COMANDANTE GENERALE

Il Comandante Generale dell'Arma dei Carabinieri (art.32 D.Lgs. 15 marzo 2010 n. 66 - Codice dell’Ordinamento Militare):
E'nominato con decreto del Presidente della Repubblica, previa deliberazione del Consiglio dei Ministri, su proposta del Ministro della Difesa, sentito il Capo di Stato Maggiore della Difesa;
Dipende dal Capo di Stato Maggiore della Difesa, limitatamente ai compiti militari dell’Arma dei Carabinieri;
Ha rango gerarchico sovraordinato nei riguardi di tutti i generali di corpo d'armata dell'Arma dei Carabinieri;
Fa parte del Comitato nazionale dell’ordine e della sicurezza pubblica e del Consiglio generale per la lotta alla criminalità organizzata.
Le sue attribuzioni in campo operativo, addestrativo e tecnico logistico sono disciplinate dall’art.164 del citato D.Lgs 66/2010, mentre quelle in materia di reclutamento, stato, avanzamento e impiego dall'art.165; quelle in campo finanziario e amministrativo dall'art.166 e quelle in campo internazionale dall'art.167.

Attualmente in carica

Il Generale di Corpo d’Armata Teo Luzi è nato a Cattolica (RN) il 14 novembre 1959. È coniugato con la Signora Giusy e ha una figlia, Eleonora.

Lo sai che............

Carabinieri 

Soprannome:    La Benemerita
Patrono:    Virgo Fidelis
Motto:    Nei Secoli Fedele
Colori:    blu/nero e rosso

Quanti tipi di Carabinieri ci sono?

Stazioni.

Nuclei Radiomobili e Centrali Operative.

Squadroni Eliportati 'Cacciatori'

Nuclei Investigativi.

Carabinieri a Cavallo e Cinofili.

Tiratori Scelti e Artificieri Antisabotaggio.

Carabinieri Sciatori e Rocciatori.

Servizio Navale e Subacquei

Qual è il nome della marcia dell'Arma dei Carabinieri?

La Fedelissima è la marcia d'ordinanza dell'Arma dei Carabinieri. Fu scritta nel 1929 dal maestro Luigi Cirenei che fu il primo direttore della Banda musicale dell'Arma dei Carabinieri.

Chi creo l'Arma dei Carabinieri?

Con il Regio Decreto del 13 luglio 1814, Vittorio Emanuele I istituiva il Corpo dei Carabinieri Reali, strutturato sul modello delle gendarmerie che i francesi avevano costituito in Italia. Questi corpi avevano dato ottima prova di saper assolvere a quei compiti ora affidati ai carabinieri.

Come si chiamano le forze speciali dei Carabinieri?

Il Gruppo Intervento Speciale (GIS) è un Reparto d'élite dell'Arma dei Carabinieri, qualificato come Forza speciale (TIER1) delle Forze Armate Italiane, insieme al Col Moschin dell'Esercito, al Gruppo Operativo Incursori del ComSubIn della Marina, e al 17º Stormo incursori dell'Aeronautica Militare.

Simbolo

Il fregio dei carabinieri è una granata sormontata da una fiamma con tredici punte piegata dal vento con monogramma R.I. (Repubblica Italiana), richiama i concetti di lealtà, fedeltà, ardore e onore.

Image

Come si chiama la macchina dei Carabinieri?

Fra le curiosità più interessanti riguardo queste forze di polizia c'è il fatto che le auto utilizzate dagli agenti sono chiamate gazzelle. Il nome arriva dallo Zodiaco dei carabinieri in cui ogni segno corrisponde a un ruolo.

Che differenza c'è tra i Carabinieri e la polizia?

La Polizia è un'arma civile che risponde direttamente al Ministero dell'Interno, mentre l'Arma dei Carabinieri è una forza armata che si riferisce al Ministero della Difesa. La Polizia di Stato, inoltre, include altri reparti con competenze diverse: penitenziaria, stradale, ferroviaria, municipale, forestale.

Perché i Carabinieri hanno la fiamma sul cappello?

Per l'Arma dei Carabinieri: una granata sormontata da fiamma che, oltre ad essere da sempre l'emblema di tutti gli appartenenti all'Arma dei Carabinieri, richiama i concetti di lealtà, fedeltà ed altissimo onore.

Chi ha la fiamma sul cappello?

Fiamma Argento: per Carabinieri, Appuntati e Brigadieri. Fiamma Oro: per Sottufficiali e Ufficiali.

Come si chiama il cappello da carabiniere?

L'attuale - e tradizionale - copricapo popolarmente chiamato "lucerna" indossato dal militare dell'Arma con la Grande Uniforme e sul quale è infisso il caratteristico pennacchio rosso e turchino (rosso e bianco per i musicanti), ha origini lontane, che risalgono alla prima metà del XVIII sec., allorché venne introdotto l'uso del cappello per i militari in sostituzione del pesante ed ingombrante "morione", elmo tardo-rinascimentale ancora oggi in dotazione alle Guardie Svizzere pontificie, che lo indossano con la loro multicolore uniforme da parata detta "michelangiolesca".

Cosa sono gli alamari di carabinieri?

Ornamento ricamato in argento o tessuto in cotone bianco sui colletti delle divise dei granatieri e dei carabinieri. Si chiamarono così anche i passamani con olivette delle abbottonature degli spencer neri degli ufficiali di cavalleria o di altre armi.

Chi fu il primo carabiniere?

Giovanni Boccaccio
Nascita: Trisobbio, 6 luglio 1781
Morte: Vernante, 24 aprile 1815
Cause della morte: scontro a fuoco
(Dati militari)

Perché si dice l'Arma dei Carabinieri?

In quell'epoca Vittorio Emanuele I, re di Piemonte e Sardegna, creò il Corpo dei carabinieri reali con il compito di tutelare l'ordine pubblico. I membri del corpo erano armati con un fucile leggero e maneggevole: la carabina. Proprio dall'uso di quest'arma deriva il nome "carabinieri".

Quanti cavalli ha la Giulia dei Carabinieri?

EQUIPAGGIAMENTO SPECIALE - L'Alfa Romeo Giulia Radiomobile 2.0 è equipaggiata con un 2.0 turbo benzina da 200 CV con cambio automatico a 8 rapporti in livrea blu istituzionale. L'allestimento delle vetture è stato sviluppato secondo le richieste dell'Arma.

I gradi militari esistenti all’interno dell’Arma dei Carabinieri:

Ufficiali Generali:
Generale di Corpo d’Armata - Comandante Generale;
Generale di Corpo d’Armata - Vicecomandante Generale;
Generale di Corpo d’Armata - ex Vicecomandante Generale;
Generale di Corpo d’Armata;
Generale di Divisione con incarichi al grado superiore;
Generale di Divisione;
Generale di Divisione a titolo onorifico;
Generale di Brigata con incarichi al grado superiore;
Generale di Brigata;
Ufficiali Generali:
Generale di Corpo d’Armata - Comandante Generale;
Generale di Corpo d’Armata - Vicecomandante Generale;
Generale di Corpo d’Armata - ex Vicecomandante Generale;
Generale di Corpo d’Armata;
Generale di Divisione con incarichi al grado superiore;
Generale di Divisione;
Generale di Divisione a titolo onorifico;
Generale di Brigata con incarichi al grado superiore;
Generale di Brigata;
Sovrintendenti (Brigadieri):
Brigadiere Capo con qualifica speciale;
Brigadiere Capo;
Brigadiere;
Vice Brigadiere;
Ufficiali superiori:
Colonnello con incarichi al grado superiore;
Colonnello con incarichi di comando;
Colonnello;
Colonnello a titolo onorifico;
Tenente Colonnello con incarichi al grado superiore;
Tenente Colonnello con incarichi di comando;
Tenente Colonnello;
Maggiore con incarichi al grado superiore;
Maggiore con incarichi di comando;
Maggiore;
Ufficiali subalterni:
Tenente comandante titolare di compagnia o di squadrone;
Tenente;
Sottotenente;
Appuntati e Carabinieri:
Appuntato Scelto con qualifica speciale;
Appuntato Scelto;
Appuntato;
Carabiniere Scelto;
Carabiniere;
Ufficiali inferiori:
Capitano con incarichi al grado superiore;
Primo Capitano;
Capitano;
Ispettori (Marescialli):
Luogotenente con carica speciale;
Luogotenente;
Maresciallo Maggiore;
Maresciallo Capo;
Maresciallo Ordinario;
Maresciallo;
Allievi:
Allievo Ufficiale;
Allievo Ufficiale in Ferma Prefissata;
Allievo Maresciallo;
Allievo Sovrintendente;
Allievo Carabiniere.

I gradi militari dell’Arma dei Carabinieri e quali i distintivi.

Comandante Generale

Il Comandante Generale rappresenta il grado apicale della gerarchia dell’Arma dei Carabinieri e il massimo ruolo della categoria degli Ufficiali Generali. Il distintivo del Comandante Generale è costituito da una greca e quattro stellette argentate, di cui una bordata di rosso.

il Generale di Corpo d’Armata

Il Generale di Corpo d’Armata rappresenta il grado immediatamente inferiore al Comandante e Vicecomandante Generale e superiore al Generale di Divisione con incarichi al grado superiore. Si tratta di un ruolo condiviso da diverse Forze Armate e presenta un distintivo costituito da tre stellette argentate e una greca.

il Generale di Divisione a titolo onorifico

Il Generale di Divisione a titolo onorifico è inferiore al Generale di Divisione e superiore al Generale di Brigata. Questo profilo presenta un distintivo simile al Generale di Divisione ma si distingue per la presenza di una stella bordata di giallo.

il Colonnello con incarichi al grado superiore

Grado massimo della categoria degli Ufficiali superiori, il Colonnello con incarichi al grado superiore è subalterno al Generale di Brigata e superiore al Colonnello con incarichi di comando. Il distintivo di questo ruolo è costituito da una greca e una stelletta bordata di rosso.

 il Colonnello a titolo onorifico

Il Colonnello a titolo onorifico è subalterno al Colonnello e superiore al Tenente Colonnello con incarichi al grado superiore. Il distintivo di questo profilo è identico a quello del Colonnello ma si distingue per una stella bordata d’argento.

 il Tenente Colonnello

Il Tenente Colonnello è un grado condiviso da diverse Forze Armate, appartenente alla categoria degli Ufficiali superiori. Si tratta di un ruolo inferiore al Tenente Colonnello con incarichi di comando e superiore al Maggiore con incarichi speciali. Il distintivo del Tenente Colonnello è formato da una corona turrita e due stellette argentate.

il Maggiore

Il Maggiore è il grado inferiore al Maggiore con incarichi di comando e superiore al Capitano con incarichi speciali. Il Maggiore è un profilo condiviso da diverse Forze Armate e presenta un distintivo con una corona turrita e una stelletta dorata.

il Capitano

Il Capitano è un grado presente in diverse Forze armate e di sicurezza. Appartiene alla categoria degli Ufficiali inferiori ed è superiore al Tenente Comandante titolare di compagnia o di squadrone e inferiore al Primo Capitano. Il distintivo di questo profilo è costituito da tre stellette argentate.

il Sottotenente

Il Sottotenente è subalterno al Tenente e superiore al Luogotenente con carica speciale. Il distintivo di questo profilo condiviso da diverse Forze Armate è costituito da una stelletta argentata.

il Luogotenente

Appartenente alla categoria degli Ispettori Marescialli dell’Arma dei Carabinieri e profilo presente in diverse Forze Armate a partire dal riordino delle carriere militari, il Luogotenente è subalterno a quello con carica speciale e superiore al Maresciallo Maggiore. Il distintivo del Luogotenente è costituito da tre barrette argentate su fondo rosso e una stelletta d’oro bordata di rosso.

il Maresciallo Ordinario

Subalterno al Maresciallo Capo e superiore al Maresciallo, il Maresciallo Ordinario è uno dei profili dell’Arma dei Carabinieri appartenente alla categoria degli Ispettori Marescialli. Il distintivo del Maresciallo Ordinario è costituito da due barrette color argento.

 il Brigadiere Capo

Il Brigadiere Capo, appartenente alla categoria dei Sovrintendenti Brigadieri, è subalterno al Brigadiere Capo con qualifica speciale e inferiore al Brigadiere. Il distintivo di questo profilo è costituito da un gallone, due galloncini e un binario argentati.

l’Appuntato Scelto con qualifica speciale

Grado massimo della categoria Appuntati e Carabinieri, l’Appuntato Scelto con qualifica speciale è inferiore al Vice Brigadiere e superiore all’Appuntato Scelto. Si tratta di un ruolo istituito con il riordino delle carriere militari del 2017 e presenta un distintivo costituito da un gallone, due galloncini rossi, due barrette e una stella oro sopra il gallone.

il Carabiniere Scelto

Il Carabiniere Scelto è il secondo grado della categoria Appuntati e Carabinieri ed è subalterno all’Appuntato e superiore al Carabiniere. Questo profilo presenta un distintivo costituito da un gallone di colore rosso.

l’Allievo Maresciallo

L’Allievo Maresciallo (AM) è uno dei gradi appartenenti alla categoria Allievi dell’Arma dei Carabinieri. Il distintivo dell’Allievo Maresciallo è costituito dalla sigla AM e una barretta dorata su fondo nero.

Vicecomandante Generale

Il Vicecomandante Generale è il grado subalterno al Comandante Generale e superiore al Generale di Corpo d’Armata. Il distintivo del Vicecomandante Generale è costituito da tre stellette argentate e bordate di rosso e una greca.

il Generale di Divisione con incarichi al grado superiore

Il Generale di Divisione con incarichi al grado superiore è il grado inferiore al Generale di Corpo d’armata e superiore al Generale di Divisione. Il distintivo di questo profilo è costituito da una greca e tre stellette argentate, di cui una bordata di rosso ad indicare la qualifica speciale.

 il Generale di Brigata con incarichi al grado superiore

Altro ruolo della categoria degli Ufficiali Generali, il Generale di Brigata con incarichi al grado superiore è subalterno al Generale di Divisione a titolo onorifico e superiore al Generale di Brigata. Il distintivo di questo profilo è costituito da una greca e due stellette argentate, di cui una bordata di rosso.

 

il Colonnello con incarichi di comando

Il Colonnello con incarichi di comando è subalterno al grado con incarichi superiori e inferiore al Colonnello. Questo ruolo presenta un distintivo con una corona turrita e tre stellette argentate bordate di rosso.

il Tenente Colonnello con incarichi al grado superiore

Il Tenente Colonnello con incarichi al grado superiore è il ruolo inferiore al Colonnello a titolo onorifico e superiore al Colonnello con incarichi di comando. Questo profilo ha un distintivo costituito da due stellette e una corona turrita.

il Maggiore con incarichi al grado superiore

Il Maggiore con incarichi al grado superiore è subalterno al Tenente Colonnello e superiore al Maggiore con incarichi di comando. Il distintivo di questo profilo è formato da una corona turrita e due stellette argentate, di cui una bordata di rosso.

il Capitano con incarichi al grado superiore

Massimo grado della categoria degli Ufficiali inferiori dell’Arma dei Carabinieri, il Capitano con incarichi al grado superiore è subalterno al Maggiore e al di sopra del ruolo di Primo Capitano. Il distintivo di questo profilo è costituito da una corona turrita e una stelletta bordata d’argento.

il Tenente Comandante titolare di compagnia o di squadrone

Il Tenente Comandante titolare di compagnia o di squadrone è il grado inferiore al Capitano e superiore al Tenente. Questo profilo presenta un distintivo con tre stellette argentate, di cui una bordata di rosso.

il Maresciallo Maggiore

Introdotto con il riordino delle carriere militari nel 2017, il grado di Maresciallo Maggiore è subalterno a quello di Luogotenente e superiore a quello di Maresciallo Capo. Il distintivo di questo profilo è costituito da tre barrette argentate su fondo rosso.

il Maresciallo

Il Maresciallo, grado più basso della categoria degli Ispettori Marescialli dell’Arma dei Carabinieri, è il ruolo superiore al Brigadiere Capo con qualifica speciale e inferiore al Maresciallo Ordinario. Il distintivo del Maresciallo è costituito da una barretta argentata.

il Brigadiere

Il Brigadiere è il secondo grado della categoria dei Sovrintendenti Brigadieri, inferiore al Brigadiere Capo e superiore al Vice Brigadiere. Questo ruolo presenta un distintivo con un gallone e due galloncini color argento.

 l’Appuntato Scelto

L’Appuntato Scelto è il grado immediatamente inferiore a quello con qualifica speciale e superiore all’Appuntato. Il distintivo di questo profilo è costituito da un gallone e due galloncini rossi e due barrette dorate.

il Carabiniere

Il ruolo di Carabiniere è il grado più basso della categoria Appuntati e Carabinieri. Rappresenta il ruolo immediatamente inferiore al Carabiniere Scelto e superiore all’Allievo Ufficiale. Il distintivo del Carabiniere presenta solo fondo nero.

 l’Allievo Ufficiale

L’Allievo Ufficiale (AU) è il massimo grado della categoria Allievi dell’Arma dei Carabinieri. Rappresenta il ruolo inferiore al Carabiniere e superiore all’Allievo Ufficiale in Ferma Prefissata. Il distintivo di questo profilo è identico a quello dell’Allievo dell’Esercito, con il quale condivide l’iter formativo e presenta dunque la sigla AU e una barretta dorata su fondo verde.

l’Allievo Sovrintendente

L’Allievo Sovrintendente (AS) rappresenta il secondo grado della categoria Allievi dell’Arma dei Carabinieri, superiore all’Allievo Carabiniere e inferiore all’Allievo Maresciallo. Il distintivo di questo profilo è costituito dalla sigla AS e una barretta dorata su fondo nero.

ex Vicecomandante Generale

L’ex Vicecomandante Generale è il ruolo ricoperto dal Vicecomandante Generale alla cessazione dell’incarico. È dunque immediatamente inferiore al Vicecomandante Generale e superiore al Generale di Corpo d’Armata. Il distintivo dell’ex Vicecomandante Generale è identico al suo superiore, ma delle tre stellette solo la prima è bordata di rosso.

il Generale di Divisione

Grado inferiore all’omonimo ruolo con incarichi al grado superiore, il Generale di Divisione è un altro dei ruoli degli Ufficiali Generali ed è superiore al Generale di Divisione a titolo onorifico. Il distintivo di questo profilo è costituito da una greca e due stellette argentate.

il Generale di Brigata

Il Generale di Brigata è il grado subalterno all’omonimo ruolo con incarichi al grado superiore e al di sopra del Colonnello con incarichi al grado superiore. Questo profilo presenta un distintivo con una greca e una stelletta argentata.

il Colonnello

Ruolo presente in diverse Forze armate e di polizia, il Colonnello è il grado inferiore al Colonnello con incarichi di comando e superiore a quello a titolo onorifico. Il distintivo di questo profilo è costituito da tre stellette argentate e una corona turrita.

il Tenente Colonnello con incarichi di comando

Il Tenente Colonnello con incarichi di comando è immediatamente inferiore al Tenente Colonnello con incarichi al grado superiore e si trova al di sopra del grado di Tenente Colonnello. Il distintivo di questo profilo è caratterizzato dalla presenza di una corona turrita e due stellette argentate bordate di rosso.

 il Maggiore con incarichi di comando

Il Maggiore con incarichi di comando è uno dei ruoli della categoria degli Ufficiali Superiori dell’Arma dei Carabinieri. Rappresenta il grado superiore al Maggiore e inferiore a quello con incarichi al grado superiore. Il distintivo di questo profilo è costituito da una corona turrita e una stelletta argentata bordata di rosso.

il Primo Capitano

Il Primo Capitano, appartenente alla categoria degli Ufficiali inferiori, è superiore al grado di Capitano e inferiore al grado di Capitano con incarichi al grado superiore. Il distintivo di questo ruolo è costituito da tre stellette e una barretta argentate.

il Tenente

Altro grado della categoria degli Ufficiali Inferiori condiviso da diverse forze Armate, il Tenente è inferiore al Tenente Comandante e superiore al Sottotenente. Il distintivo del Tenente è costituito da due stellette argentate.

il Luogotenente con carica speciale

Il Luogotenente con carica speciale è subalterno al Sottotenente e superiore al Luogotenente. Rappresenta il massimo grado della categoria degli Ispettori Marescialli ed è un ruolo presente in diverse Forze Armate. Il distintivo di questo profilo è costituito da tre barrette argentate e due stellette dorate su fondo rosso.

il Maresciallo Capo

Il Maresciallo Capo è il grado immediatamente inferiore al Maresciallo Maggiore e superiore al Maresciallo Ordinario. Il distintivo di questo profilo è costituito da tre barrette argentate.

il Brigadiere Capo con qualifica speciale

Massimo grado della categoria dei Sovrintendenti Brigadieri e ruolo istituito con il D.Lgs. del 29 maggio 2017, n. 94, il Brigadiere Capo con qualifica speciale è subalterno al Maresciallo e inferiore al Brigadiere Capo. Il distintivo di questo profilo è costituito da tre galloni, un binario e una stelletta argentati.

il Vice Brigadiere

Il Vice Brigadiere è il ruolo immediatamente inferiore al Brigadiere e superiore all’Appuntato Scelto con qualifica speciale. Rappresenta il grado più basso della categoria dei Sovrintendenti Brigadieri dell’Arma dei Carabinieri. Il distintivo di questo profilo è costituito da un gallone e un galloncino argentati.

 l’Appuntato

L’Appuntato è uno dei ruoli della categoria Appuntati e Carabinieri ed è il grado subalterno all’Appuntato Scelto e superiore al Carabiniere Scelto. Il distintivo di questo profilo è costituito da un gallone e due galloncini di colore rosso.

l’Allievo Ufficiale in Ferma Prefissata

L’Allievo Ufficiale in Ferma Prefissata (AUFP) rappresenta il grado immediatamente inferiore all’Allievo Ufficiale. Il distintivo di questo profilo presenta la sigla AUFP e una barretta di colore oro su fondo nero.

l’Allievo Carabiniere

L’Allievo Carabiniere (AC) è il primo grado della categoria Allievi e il più basso dell’intera gerarchia militare dell’Arma dei Carabinieri. L’Allievo Carabiniere non presenta alcun distintivo di grado.

Image
Image
Image
Image