Image
Image

Blitz di carabinieri e finanza al centro commerciale

Lavoratori non in regola, ma anche mancato rispetto delle norme hccp. Per questo sono scattate multe per quasi 100mila euro. È il risultato del blitz di carabinieri e guardia di finanza al centro commerciale “Il girasole” di Lacchiarella (hinterland sud di Milano) nella giornata di giovedì 1° febbraio.

I controlli sono stati effettuati simultaneamente, dato che in campo c’erano sia i militari del Nas, il nucleo tutela del lavoro, oltre ai militari del terzo reggimento “Lombardia” e le fiamme gialle della compagnia di Melegnano. I militari hanno sospeso la licenza a un bar dell’area commerciale dove sono stati trovati diversi lavoratori non in regola. Non solo, per il titolare dell’attività, un cittadino cinese di 60 anni, sono scattate sanzioni pari a 12mila euro.

Conto decisamente più salato per un imprenditore cinese di 44 anni che è stato multato per oltre 74mila euro. I carabinieri dell’ispettorato del lavoro hanno riscontrato diverse irregolarità nei confronti dei suoi dipendenti, tra queste: mancate visite mediche, mancata formazione dei lavoratori, l’assenza di un parapetto e mancata manutenzione agli estintori. In altri due bar, invece, i detective del nucleo Nas hanno riscontrato carenze igienico-sanitarie e altre irregolarità. Per gli imprenditori sono scattate multe per 9mila euro.

Infine le fiamme gialle hanno passato al setaccio diverse attività del complesso. In un negozio sono stati trovati sette lavoratori impiegati irregolarmente. “Ai datori di lavoro, entrambi di nazionalità cinese, sarà comminata la prevista sanzione amministrativa che, per ciascun lavoratore, va da un minimo di 1.800 euro ad un massimo di 10.800 euro”, si legge in una nota congiunta di carabinieri e fiamme gialle.